Il teatro è un gioco che da bambini facciamo senza saperlo, istintivo e spontaneo. Non serve nulla per poterlo fare se non noi stessi, un po’ di fantasia e un compagno di giochi… e quanto è bello se chi gioca con noi è il nostro papà, la nostra mamma, la maestra o “un grande”?

Il Viaggio di Riccioli d’Oro è un grande gioco. Anzi è il grande gioco del teatro, dove le voci, i corpi, i disegni, si trasformano in una favola magica, emozionante ed avvincente.

Lo spettacolo vuole proprio essere un omaggio alla semplicità del gioco che può nascere quando bambini e adulti giocano insieme, creando un piccolo mondo usando ciò che hanno a disposizione: fogli, pennarelli, piccoli oggetti della quotidianità. Il gioco può essere accompagnato da un po’ di musica, ma, soprattutto, da tanta immaginazione.

Sulla scena, le piccole Perla e Luna, assieme al papà, ci racconteranno la loro versione della celebre storia “Riccioli d’oro”, nella quale, la bimba protagonista del racconto diventerà russa, suonerà la balalaika, scapperà dalla propria città a causa della guerra e incontrerà i tre famosi orsetti che invece di scacciarla la accoglieranno come una di loro.

Musiche, danze e proiezioni accompagnano questo allestimento, creando una suggestione alla quale bambini e “diversamente bambini” non potranno far altro che cedere, partecipando in allegria a questo dolce viaggio.

Il viaggio di riccioli d'oro

TITOLO

Anna Zago, Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese

AUTORI

Fiaba popolare scozzese “Riccioli d’oro (Goldilocks) e i tre orsi”

FONTI

Spettacolo teatrale per bambini e famiglie.

GENERE

Anna Farinello, Ilaria Pravato, Max Fazenda

CAST

Barbara Ricaldone

ILLUSTRAZIONI

Florin Perdun

SCENOGRAFIE

Ester Mannato – Obiettivo Danza

MOVIMENTI SCENICI

Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese

CONSULENZA ARTISTICA

Anna Zago

REGIA